TRE ATTI IN CUCINA

100,00 €

Tiratura limitata di 70 esemplari numerati composti a mano in caratteri mobili, lettera per lettera. 

Tre ricette di Cesare Giaccone di Albaretto della Torre (Langhe), leggere e primaverili, sono un invito a reagire alle attuali contingenze (2020) pensando ai piaceri del convito.

Quantità

  Confezione regalo gratuita e messaggio personalizzato selezionabili al checkout (*)

(*) non comportano costi aggiuntivi

 

Spese di spedizione calcolate nella fase di acquisto successiva

Tiratura limitata di 70 esemplari impressi su carta Magnani di puro cotone, prodotta a Pescia (Lucca).

Le tre ricette “Asparagi e fragole favette”, “Mare caldo in Langa” e “Patate alla grappa” sono premesse da uno scritto di Orlando Perera, giornalista e buongustaio, che ci regala un ritratto smaliziato e ironico di Cesare Giaccone e della sua vita in Langa.

Plaquette nel formato 8vo (cm 25x15) di 16 pagine composte a mano in carattere Ruano, disegnato a Roma nel Cinquecento dal calligrafo Ferdinando Ruano.
L’incisione dei tipi mobili di questa cancelleresca verticale con influenze gotiche si deve a Raffaello Bertieri e alla Fonderia Nebiolo che lo lanciò nel 1926. La sua fluidità con apporti nordici e latini è adatta a descrivere una cucina che fonde la magnificenza barocca con la leggerezza e la modernità.

Tra i grandi classici della letteratura pubblicati dall’Editore Tallone, figurano due testi fondamentale della civiltà del convivio e della gastronomia occidentale, Brillat-Savarin “Phisiologie du Goût” e Grimod de la Reynière “Manuel des Amphitryons”, scritto negli anni dell’Impero, quando a Parigi le Arti, le Scienze e le Lettere tornarono, dopo il Terrore, ad attingere energie nelle colte riunioni corroborate da grandi cucine private e “restaurants”.

Similmente, queste tre ricette del grande cuoco langarolo, leggere e primaverili, sono un invito a reagire alle attuali contingenze (2020), pensando ai piaceri del convivio e del buon cibo.

***
La composizione a mano rende questa edizione un
primato nell’editoria contemporanea.

Impressa su carte artigianali a lunga conservazione e cucita a mano per durare nel tempo, questa edizione da collezione è allestita nel più antico atelier tipografico al mondo in funzione, dove tradizione e estetica moderna si fondono per permettere la migliore esperienza di lettura possibile.

L’editore non impiega i rapidi sistemi di composizione a tastiera monotype e linotype, spesso spacciati per tipografia manuale. Egualmente non usa composizioni digitali trasferite su cliché di plastica (fotopolimero).

***

Inoltre, per una tiratura complessiva di 76 esemplari numerati, sono stati impressi i seguenti sei esemplari speciali:

- 4 esemplari impressi su carte Montval al tino degli anni Trenta. Queste carte leggendarie prodotte a mano negli anni Trenta, furono usate dai più grandi artisti del secolo, da De Chirico, Mondrian, Léger, Picasso a Chagall. Fu  Aristide Maillol a disegnarne la filigrana: il famoso nudo femminile che ispirò la sua più celebre scultura, “Méditerranée”;

- esemplare unico impresso sulla esclusiva carta al tino Magnani “all’onda”, prodotta appositamente dopo l’alluvione di Firenze del 4 novembre 1966 per restaurare i libri della Biblioteca Nazionale, e recante in filigrana le quattro onde e la freccia che ne emerge, in segno di rinascita;

- esemplare unico impresso su carta a mano di puro cotone Lana, filigranata “Alessandro Manzoni”, scelta per il parallelismo che lega le contingenze attuali al periodo narrato nel celebre romanzo ambientato nel Seicento. Questa carta fu prodotta appositamente per l’edizione dei “Promessi Sposi” stampati a Parigi da Alberto Tallone nel 1951.

Scheda tecnica

Dimensioni (cm)
25x15
Caratteri
composto a mano in carattere Ruano, disegnato a Roma nel Cinquecento dal calligrafo Ferdinando Ruano.
Numero di pagine
16
Peso (kg)
0,3