Sull’indole del piacere e del dolore - P. Verri

280,00 €

Tiratura limitata di 135 esemplari numerati composti a mano in caratteri mobili, lettera per lettera.

Qual è il motore universale dell’azione umana? Pietro Verri ( Milano 1728-1797) conduce una appassionata indagine sulla natura umana e sulla ricerca della felicità.

«La sua analisi antropologica e psicologica è precisa. Le sue considerazioni sempre attuali» dall’introduzione di Stefano Zecchi.

Caso unico nella bibliofilia contemporanea, il volume è composto a mano con un carattere originale coevo dell’autore.

Quantità

  Confezione regalo gratuita e messaggio personalizzato selezionabili al checkout (*)

(*) non comportano costi aggiuntivi

 

Spese di spedizione calcolate nella fase di acquisto successiva

Tiratura limitata di 135 esemplari numerati impressi su carta Magnani di puro cotone a pH neutro.

Introduzione di Stefano Zecchi.

Studio finale di Silvia Contarini. 

Pietro Verri ( Milano 1728-1797) conduce una appassionata indagine sulla natura umana e sulla ricerca della felicità. Verri pone al centro della sua indagine l’assunto secondo cui non si conoscerebbe il piacere senza l’esperienza del dolore.
La sua analisi antropologica e psicologica è precisa. Le sue considerazioni sono sempre attuali: fatica, dedizione, onestà, sacrificio sono le qualità necessarie per trovare il senso della vita e per comprendere come procedere sulle strade del mondo.

Il "Discorso" di Verri costituisce il più alto contributo italiano al dibattito settecentesco sulla natura umana che coinvolge Locke e Hume in Inghilterra, Rousseau, Helvétius e Diderot in Francia, Lessing in Germania.

Volume nel formato 8vo (cm 25x12) di 105 pagine composte a mano con il carattere Caslon originale, fuso nelle matrici settecentesche. Questo carattere è in dotazione all’atelier Tallone fin dalla sua fondazione a Dijon nel Settecento.

Caso unico nella bibliofilia contemporanea, il volume è composto a mano con un carattere coevo dell’autore, che fu inciso a bulino da William Caslon nel 1720.

Terminata la stampa, i caratteri sono stati riposti nelle rispettive cassette: 

***

La composizione a mano rende questa edizione un primato nell’editoria contemporanea.

Impresso su carte artigianali a lunga conservazione e cucito a mano

per durare nel tempo, questo libro da collezione è il regalo raffinato per eccellenza e consente la migliore esperienza di lettura possibile. 

È allestito nella più antica stamperia al mondo in funzione, dove tradizione e ricerca continua nell’ambito dell’estetica editoriale si fondono per dare a ogni titolo un design originale, mai ripetuto in collane standard.

L’editore non impiega i rapidi sistemi di composizione a tastiera monotype e linotype, spesso confusi con la tipografia manuale. Egualmente non usa composizioni digitali trasferite su matrici di plastica (fotopolimero).

***

Gli esemplari da 1 a 20 includono una tavola realizzata espressamente da Giulio Paolini, elaborata singolarmente a matita, firmata, e numerata da 1/20 a 20/20. Quattro prove d’artista firmate sono distinte con la formula p.a.

In aggiunta alla tiratura di 135 esemplari, sono stati impressi 25 esemplari su carte al tino italiane*, per una tiratura complessiva di 160 esemplari numerati:

- 11 esemplari su carta al tino Magnani crème di puro cotone;

- 9 esemplari su carta al tino Magnani bianca di puro cotone;

- 4 esemplari su carta al tino Roma crème di puro cotone, allestita a Fabriano (prezzo e immagini su richiesta);

- esemplare unico su carta al tino Magnani avorio di puro cotone;

(*) le carte al tino sono realizzate a mano foglio per foglio

***
Il volume è inserito in un doppio cofanetto rigido realizzato a mano su misura, rivestito esternamente con carta Ingres e recante sul dorso il titolo impresso tipograficamente.

Scheda tecnica

Caratteri
Composto a mano con i caratteri Caslon originali settecenteschi