Manuale Tipografico IV - Enrico Tallone et al.

0,00 €

PREZZO SU RICHIESTA ACQUISTABILE CONTATTANDO L’EDITORE

Tiratura limitata di 265 esemplari numerati composti a mano. Dedicato alla tecnica di incisori, fonditori e stampatori in favore dell'estetica. Descrive e mostra dal vero secoli di civiltà tipografica e cartaria, con reperti originali di filigrane antiche dal XV al XX secolo e l’utilizzo di caratteri originali fusi dal XVII al XX secolo. 

Quantità

  Confezione regalo gratuita e messaggio personalizzato selezionabili al checkout (*)

(*) non comportano costi aggiuntivi

 

Spese di spedizione calcolate nella fase di acquisto successiva

Il Manuale mette in luce il talento di incisori, fonditori e stampatori, capaci di preservare, attraverso numerosi delicati passaggi, le forme più vicine agli ideali di bellezza che, nel corso dei secoli, hanno ispirato i grandi disegnatori di caratteri.

Dedicato alla tecnica di incisori, fonditori e stampatori in favore dell'estetica. Descrive e mostra dal vero secoli di civiltà tipografica e cartaria, con reperti originali di filigrane antiche dal XV al XX secolo e l’utilizzo di caratteri originali fusi dal XVII al XX secolo. 

Tiratura limitata di 265 esemplari numerati composti a mano in caratteri mobili e impressi su carte di cotone allestite artigianalmente a Pescia, a Fabriano e ad Aci Bonaccorsi (dettagli in calce).

«I Manuali Tipografici dell’editore Tallone costituiscono la più importante impresa storico-tipografica dal secondo Novecento, la prima al mondo per qualità, ampiezza, eleganza e documentazione» Michelle Delattes.

* * *

Volume in-folio (cm 37x23) di 208 pagine composte a mano con i caratteri disegnati da Alberto Tallone, incisi a mano da Charles Malin e fusi da Radiguer a Parigi. Le note e le didascalie dei reperti originali sono composte a mano in carattere Garamond, inciso a mano da Henri Parmentier e fuso da Deberny & Peignot.

Gli oltre 350.000 caratteri disposti a mano uno ad uno fanno di questa edizione un primato dell’editoria contemporanea:

Il Manuale Tipografico IV intende onorare il libro nei suoi aspetti materiali e spirituali, descrivendo e mostrando dal vero secoli di civiltà tipografica e cartaria, con reperti originali di filigrane dal XV al XX secolo e l’utilizzo, negli esempi a stampa, dei caratteri originali fusi dal XVII al XX secolo.

A duecento anni dal Manuale Tipografico di Giambattista Bodoni, l’Editore Tallone pubblica un volume ‘sinestetico’, per un’esperienza di lettura multi-sensoriale regalato dai preziosi inserti e dagli esempi impressi con i tipi originali.

***

Indice degli inserti originali:

- pagina di avviamento tipografico originale, con i minuziosi interventi per regolarizzare la pressione sulle diverse zone della pagina e sulle singole lettere:

- 26 inchiostri neri di tonalità diversa, prodotti in Germania, Italia, Inghilterra e Stati Uniti dagli anni 1930 all’attualità.

- filigrane antiche originali dal XV al XX secolo di provenienza italiana, francese e inglese, identificate per data, luogo e cartiera di produzione.

- 6 campioni originali di carte Montval e Canson & Montgolfier degli anni 1920, 1930, 1940 e 1950, allestite a Vidalon-Lès-Annonay.

- 6 campioni originali di carte Magnani del 1800 e 1900, allestite presso l’opificio “Le Carte” sito in Pietrabuona di Pescia.

- 6 campioni originali di carte Fabriano degli anni 1920, 1930, 1940, 1950, 1960, 1970 e 1980, allestite nello storico stabilimento fondato da Pietro Miliani.

- 6 campioni originali di carte e filigrane allestite artigianalmente negli Stati Uniti d’America negli anni 1980, 1990 e 2000.

Indice delle dimostrazioni a stampa impresse con i caratteri originali:

- differenze tra caratteri sbalzati a mano su punzoni e caratteri novecenteschi incisi per mezzo del pantografo;
marchi di fonderia;

- peculiarità dello stile gotico, medievale, rinascimentale, barocco e neoclassico

- diversi stati di usura dei caratteri e dimostrazione del modo di conservarli integri lungo i secoli e di compensarne i difetti in fase di stampa.

- Tecnica per conferire una continuità stilistica ai caratteri corsivi, tondi, maiuscoli;

- Caratteri musicali gregoriani, con dimostrazione del complesso metodo di composizione dei caratteri musicali gregoriani;

- accostamento delle lettere e determinazione delle distanze negli alfabeti latino, greco, etiopico, copto, arabo ed ebraico;

- le combinazioni più adatte tra pressione e inchiostrazione in rapporto al tipo di caratteri e al tipo di carta.

- la variazione dei rapporti tra dimensioni dell’occhio e corpo del carattere nelle interpretazioni dei diversi disegnatori, dal corpo 6 al 72.

Indice dei testi e degli approfondimenti tecnico-estetici:

- Maria Gioia Tavoni, Le difficoltà incontrate dai prototipografi nel costruire la pagina a stampa.

- Enrico Tallone, Identità dei caratteri.

- Pedro M. Cátedra, Ibarra & Bodoni, el artesano y el artista.

- Enrico Tallone, Durata e diversi stati d’uso dei caratteri.

- Enrico Razzini, Origine e composizione del corpus tipografico da cui ebbe inizio l’impresa editoriale di Alberto Tallone.

- Enrico Tallone, Avvicinamenti & allineamenti.

- Massimo Gatta, Cher M. Tallone, stampatore italianissimo. L’amicizia tra Charles Malin e Alberto Tallone.

- Enrico Tallone, Delle crenature.

- Jean-Luc Nancy, Un élève prote.

- Enrico Tallone, Considerazioni sulla stampa tipografica.

- Armando Torno, Elogio dell’elzeviro.

- Davide Rondoni, Cosa stanno scrivendo gli anni. Poesia dedicata al presente Manuale, composta appositamente.

- Enrico Tallone, Il corpo dei caratteri
-
Nicolangelo Scianna, Intrecci di invenzioni e loro sviluppi: dalla filigrana in chiaro a quella in chiaro-scuro. 

- Luigi Manias, Carta a mano: dal mito alla prassi. Le carte Montval, le carte Magnani e le carte Fabriano.

(Le vicende degli uomini che hanno preservato e rilanciato nel Novecento e nel nuovo millennio i segreti relativi all’arte della fabbricazione della carta al tino).

- Peter Thomas, The revival of hand-papermaking in the USA in the late 20th century. 

- Carlo Ossola, Perfections du noir (segue l’omonimo poema di Giuseppe Ungaretti)

***

TIRATURE

Sono stati tirati 265 esemplari numerati, così suddivisi:

- 126 esemplari numerati impressi su velina avorio Magnani di Pescia di puro cotone. Contiene tre filigrane originali rispettivamente del 1700, 1800 e 1900.

che includono un numero maggiore di reperti originali e filigrane antiche prodotte nel 1500 e 1600:

- 98 esemplari numerati impressi su velina bianca allestita in Sicilia ad Aci Bonaccorsi. Include filigrane originali del 1600, 1700, 1800, 1900 (immagini e prezzo su richiesta);

- 15 esemplari numerati impressi su vergata Magnani crème a mano Include filigrane originali del 1500, 1600, 1700, 1800, 1900 (immagini e prezzo su richiesta);

- 5 esemplari numerati impressi su velina Magnani crème a mano. Include filigrane originali del 1500, 1600, 1700, 1800, 1900 (immagini e prezzo su richiesta);

- 8 esemplari numerati impressi su carta teintée Fabriano antica. Include filigrane originali del 1500, 1600, 1700, 1800, 1900 (immagini e prezzo su richiesta);
- 7 esemplari numerati impressi su carta al tino Umbria crème di puro cotone. Include filigrane originali del 1500, 1600, 1700, 1800, 1900.

- 6 esemplari numerati impressi su carta al tino Umbria di Fabriano bianca di puro cotone. Include filigrane originali del 1500, 1600, 1700, 1800, 1900 (immagini e prezzo su richiesta).

***

Il volume è inserito in un doppio cofanetto rigido realizzato a mano su misura, rivestito esternamente con carta Ingres e recante sul dorso il titolo impresso tipograficamente.

***

La composizione a mano fa di questa edizione un primato nell’editoria contemporanea.

Impressa su carte artigianali a lunga conservazione e cucita a mano per durare nel tempo, questa edizione è allestita nel più antico atelier tipografico al mondo in funzione, dove tradizione e estetica moderna si fondono per permettere la migliore esperienza di lettura possibile.

L’editore non impiega i rapidi sistemi di composizione a tastiera monotype e linotype, spesso spacciati per tipografia manuale. Egualmente non usa il fotopolimero, veloce scorciatoia per trasferire composizioni digitali su cliché di plastica.

Scheda tecnica

Dimensioni (cm)
37x23
Carta
arte di cotone allestite artigianalmente a Pescia, a Fabriano e ad Aci Bonaccorsi
Numero di pagine
208
Tiratura (n° di copie totali)
265
Peso (kg)
2